Territorio
stampa

Cibo tra storia e salute

A Cosenza esperti a confronto nel Salone degli Specchi della Provincia, "convocati" dalla sezione cosentina dell’Unione veterani dello sport.

Parole chiave: buone pratiche (1), alimentazione (1), sport (13), cosenza (342), medicina (3), salute (3)
Cibo tra storia e salute

“Cibo tra storia e salute-Buone pratiche alimentari e sportive per vivere di più e meglio”. Esperti a confronto nel Salone degli Specchi della Provincia, ‘’convocati’’ dalla sezione cosentina dell’Unione veterani dello sport intitolata a Giovanni Formoso.

Un meeting durato circa quattro ore nel corso del quale si sono succeduti specialisti della medicina e professionisti dello sport. Racchiusi in due sessioni, salute e sport, mentre la terza, di storia, che si sarebbe dovuta occupare degli arbereshe e di alcuni tra i suoi più importanti esponenti locali (Pasquale Scura e Giorgio Castriota Scanderbeg) è slittata al 25 maggio, quando al Museo dei Bretti e degli Enotri si terrà un incontro ad hoc.

I saluti di rito sono stati affidati al presidente dell’Unvs bruzia, Arnaldo Nardi, affiancato da Luigi Formoso, figlio di Giovanni, a cui è intitolata la sezione bruzia. Quindi gli interventi istituzionali da parte dell’assessore comunale Rosaria Succurro e del consigliere provinciale Marco Ambrogio, dei rappresentanti Unvs Martino Di Simo (consigliere nazionale e delegato per il Mezzogiorno) e Roberto De Andrea, vicepresidente della sezione cosentina.

La sessione salute, introdotta e coordinata dal direttore del Dipartimento di Farmacia e Scienze della Salute all’Università della Calabria Sebastiano Andò, è stata aperta dalla scrittrice Nuccia Carmagnola. Quindi le relazioni dei geriatri Roberto Ricchio e Maurizio Berardelli; dell’ordinario di Farmacologia Giacinto Bagetta (‘’La qualità del bergamotto’’), del chirurgo Antonino Costantino (vicepresidente nazionale Unvs, ha parlato del doping, un male antico sempre più attuale), del professore di Nutrizione a Tor Vergata Nino Di Lorenzo (‘’Le cinque dimensioni della dieta mediterranea’’), del genetista Giuseppe Passarino (‘’La longevità tra genetica e stili di vita’’), della responsabile Turismo al Parco della Sila Ada Occhiuzzi (‘’I cammini della salute’’) del consigliere regionale Orlandino Greco (ha parlato della legge regionale sulla dieta mediterranea), del prof. Franco Altimari (‘’Viaggio di un cibo arbereshe, dal Caucaso agli Appennini: Tumacet’’). Presentati da panel naturalmente legati al mondo dello sport, della medicina e ai veterani dello sport: i medici Giuseppe Aloi, Enrico Costabile, Virgilio Scarcello e Luigi Vilardo e dall’altro consigliere della sezione cittadina, Giuseppe Morrone.

Dopo la sessione salute quella sportiva, che ha visto nei panni di chairmain Pino Abate, consulente regionale per lo sport, per anni alla guida del Coni cosentino. Un amarcord ha caratterizzato gli interventi di Sergio Chiatto (‘’Gli anni Sessanta a Cosenza e la riscoperta del calcio giovanile’’), tra i protagonisti del calcio cosentino negli anni dal 1966 al 1982, degli ex calciatori Saverio Fera e Carmelo Falcone, e di Claudio Giuliani (‘’Una città...Una tradizione di motori’’), appassionato di automobilismo, che ha dato alle stampe un nuovo libro sui trascorsi sportivi familiari: ‘’Corse e ricorsi: una storia di famiglia e motori’’. Sintetica Deborah Granata (‘’Lo sport senza barriere per un futuro migliore’’), referente provinciale del Comitato Paralimpico, nel momento culminante della giornata con l’assegnazione del premio Melograno 2018 all’associazione Nemo per l’attività sportiva a favore dei disabili. La squadra di calcio a cinque a fine mese parteciperà ai tricolori organizzati dalla Fisdir. L’opera è stata realizzata dall’artista Pierluigi Morimanno.

Cibo tra storia e salute
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento