Diocesi

Dal 29 agosto al 7 settembre le celebrazioni per la festa liturgica della natività della Beata Vergine Maria. Al centro delle riflessioni, nell'anno della vitaconsacrata e del Sinodo, è la famiglia. prevista anche un'adorazione nella quale si pregherà "per e con le famiglie". ll 2 settembre celebrerà monsignoe nolè, l'8 settembre Messa solenne presieduta da monsignor Nunnari.

Da domani il novenario, sabato e domenica giorni clou. In programma una marcia notturna per i giovani.

Un interessante convegno targato Azione Cattolica nel chiostro comunale di San Lucido il prossimo 18 agosto.

Ospitiamo la testimonianza della GiFra di Bisignano sulla marcia francescana iniziata in Calabria e terminata alla Porziuncola di Assisi. Le varie tappe di un pellegrinaggio che ha dietro di sé una bella storia. E uno sguardo al domani, sui passi, sempre, di Francesco d'Assisi.

I primi quindici giorni di agosto, in molte comunità locali, viene celebrata la quindicina in onore della Vergine Maria Assunta in Cielo (15 agosto). Una pia tradizione, che abbraccia anche diverse località della nostra diocesi. Nel Santuario di Santa Maria dell'Accoglienza di Mendicino, polmone spirituale della comunità delle Serre cosentine, la quindicina è celebrata in forma solenne, grazie a tre messe giornaliere oltre alla condivisione e alla festa. Anche ad Aprigliano, contrada Vico, è forte la devozione verso la Vergine Assunta. A Fiumefreddo Bruzio, invece, presso le Suore Catechiste Rurali del Sacro Cuore, viene celebrata una missione popolare che inizia il 9 agosto fino al 14 e si conclude con la grande festa del 15 agosto. Dappertutto, sul mare e tra montagne silane, la festività dell'Assunta è celebrata con fede e devozione dal Popolo di Dio, grazie anche alle diverse iniziative che le parrocchie organizzano. Qui proponiamo un bell'esempio di quindicina, quello di Rota Greca. Fra le caratteristiche particolari, l'intonazione di un canto che ha origine nella lingua greca e poi ha risentito chiaramente delle inflessioni dialettali locali. E' uno straordinario inno a Maria che ha partorito "il Salvatore delle anime nostre".

L'Arcivescovo ha celebrato l'Eucarestia presso i monasteri delle Sorelle Povere di Scigliano e Rende nel giorno dell'indulgenza della Porziuncola. L'invito a rinnovare la propria vita e ha invitare l'esempio dei santi, nel segno della misericordia di Dio.

Ultimo incontro con le foranie diocesane per l'Arcivescovo, oggi nel convento di San Bernardino ad Amantea. L'esortazione a penetrare più profondamente la Parola di Dio e a fidarsi di lui.

Incontro con la foranie delle Serre per l'Arcivescovo che ha celebrato l'Eucarestia nel Santuario di Santa Maria dell'Accoglienza a Mendicino. Il riferimento al racconto evangelico e l'invito all'unità e alla comunione fraterna. Al termine della celebrazione il presule ha visitato il nuovo complesso pastorale parrocchiale Cristo Salvatore che è stato dedicato lo scorso 20 marzo.

L'Arcivescovo ha ripreso gli incontri foraniali nella basilica del Beato Angelo di Acri. L'invito a impegnarsi per il bene, a non essere tentati di credere che il diavolo non esiste. La forania cratense ha accolto con grande gioia e partecipazione il nuovo pastore bruzio.

Celebrazione con la forania urbana 1 nel Santuario del Crocifisso. L'invito a mettere al centro della liturgia e della vita delle comunità la Parola di Dio. Guarda la galleria fotografica.

Monsignor Francesco Nolè, nel secondo giorno del suo tour diocesano, ha incontrato la forania urbana 2 nella parrocchia San Paolo Apostolo all'Università della Calabria. Nella parrocchia retta dai padri dehoniani, le comunità dell'area urbana cosentina. Guarda le foto della giornata.

L'Arcivescovo ha celebrato l'Eucarestia a Quaresima di Aprigliano in occasione di una giornata di formazione per gli operatori Caritas diocesani. Nello stesso luogo è in corso la Vacanza sociale promossa dall'Ufficio diocesano. Ancora un riferimento alla famiglia.

Incontro dell'Arcivescovo con i sacerdoti e i diaconi della diocesi di Cosenza. Il percorso pastorale e i primi appuntamenti che attendono la Chiesa cosentina.

Prosegue il percorso formativo dei volontari della II edizione