Chiesa

Nel messaggio del Papa per la 55esima Giornata mondiale per le comunicazioni sociali l'invito a stare attenti ai segni della storia, a non chiudersi dentro le gabbie (poco d'oro) delle redazioni, alle comodità di una informazione da desk e fatta di copia - incolla, al sentito dire del superficialismo.

E' nato il 20 gennaio 1963 a Satriano, provincia di Catanzaro e Arcidiocesi Metropolitana di Catanzaro-Squillace. Ha svolto gli studi filosofico-teologici presso il Seminario San Pio X di Catanzaro. Eletto Vescovo di Cerreto Sannita-Telese-Sant’Agata de’ Goti il 24 giugno 2016, ora è stato chiamato alla guida della nobile diocesi partenopea. 

Il Santo padre ha presieduto in Vaticano la Santa Messa nella Giornata mondiale del povero: "i poveri ci garantiscono una rendita eterna e già ora ci permettono di arricchirci nell’amore. Perché la più grande povertà da combattere è la nostra povertà d’amore". Il ricordo di don Roberto Malgesini: "non faceva teorie, semplicemente vedeva Gesù nel povero". 

Una profonda riflessione pubblicata da L'osservatore Romano sull'enciclica Fratelli tutti. Il vescovo di Cassano apre interessanti piste di riflessione sullo scritto del pontefice

Questo anno, nelle attuali contingenze dovute alla pandemia da “covid-19”, le Indulgenze plenarie per i fedeli defunti saranno prorogate per tutto il mese di Novembre, con adeguamento delle opere e delle condizioni a garantire l’incolumità dei fedeli.

Dalla piazza del Campidoglio, "cuore della città" di Roma, il Papa prega con i leader religiosi mondiali e lancia con loro un appello di pace. Un minuto di silenzio per ricordare le vittime della pandemia e delle guerre. "La pace è la priorità di ogni politica", afferma Francesco esortando a partire da alcuni "obiettivi raggiungibili", come l'impegno comune per un vaccino "idoneo e accessibile a tutti".

"La forza mi è venuta dall’alto, ne sono convinto. Ho pianto, pregato e invocato Maria e lo Spirito Santo. Sono stati 2 anni di grande silenzio, tristezza e isolamento da 41 bis (nessuna comunicazione con l’esterno)". Così descrive al Sir il periodo di prigionia il missionario della Società delle Missioni Africane, liberato dopo più di due anni, lo scorso 8 ottobre, in Mali. Era stato rapito la notte del 17 settembre 2018 nella missione di Bomoanga, in Niger, da un gruppo armato.

Il messaggio che proviene dal nuovo Beato è un invito alla speranza nel messaggio che viene dal vangelo. 

Nella sua terza enciclica, firmata ieri ad Assisi e diffusa oggi, Papa Francesco propone la terapia della fraternità ad un mondo malato, e non solo di Covid. Il testo di riferimento è il documento di Abu Dhabi, il modello è quello del Buon Samaritano. Una "governance globale per le migrazioni", la richiesta del quarto capitolo. Nel quinto, Bergoglio traccia l'identikit del "buon politico" e mette in guardia dal "populismo irresponsabile". "Il mercato da solo non risolve tutto", scrive il Papa auspicando una riforma dell'Onu. "La Shoah non va dimenticata, mai più la guerra". Cita una canzone di Vinicius de Moraes, per esortare alla gentilezza.

Il filosofo francese tra gli autori citati da papa Francesco nella sua terza enciclica. L'intersoggettività e l'uscita da sè per incontrare il fratello che ci parla. Un tema che accompagna trasversalmente il documento papale, a partire dalla cultura dello scarto, dell'accoglienza ai migranti e dalla cura del privato. 

La storia del prossimo beato, morto a 15 anni, ci commuove. Come il re Davide, scelto da Dio per profumare di santità. 

In un videomessaggio inviato all’Onu, il Papa auspica che quest’ultimo “diventi un laboratorio per la pace sempre più efficace, il che richiede che i membri del Consiglio di Sicurezza, soprattutto quelli Permanenti, agiscano con maggiore unità e determinazione.

Oggi il sacerdote comasco è stato ucciso con una coltellata. Era un uomo e un sacerdote particolarmente dedito agli ultimi, ora bisogna farne memoria.

Piste da percorrere e spunti di riflessione per una conversione ecclesiale che favorisca una maggiore aderenza alla vita delle persone e maggior efficacia nell’azione catechistica

Il cardinale Bassetti ha presentato il prezioso libro liturgico al santo padre Francesco. Presto ai vescovi e a tutte le parrocchie. Sarà obbligatorio dal 4 aprile 2021

E' morto a 54 anni don Giampiero Maria Arabia, sacerdote e artista roglianese. Incardinato nella diocesi di Roma attualmente era fidei donum in Germania