Sport

Gli etnei passano al Lorenzon, ma gli uomini di Modesto non hanno demeritato e anche quest'anno offriranno un ottimo campionato alla propria tifoseria.

In casa rossoblù serve invertire la rotta e migliorare la posizione di classifica. Soliti ballottaggi a centrocampo, ma forse Braglia sta ipotizzando un cambio tattico. Check point per Nesta. 

Contro il Livorno solo un pari, ma nella prima frazione di gioco gli uomini di Braglia hanno espresso tutto il loro potenziale. Unica pecca il non aver chiuso il match. 

I rossoblù tornano da Cittadella con un passivo di 2-0, ma non demeritano. Dubbio sul primo rigore per i veneti e su un gol annullato a Tutino.

Sono arrivati da lontano, sono stati ore sotto il sole. Nessun rispetto per gli appassionati che volevano solo vivere una sana giornata di sport.

L'ex terzino prende foglio, penna e scrive alla "sua" ex squadra che riabbraccia, dopo 15 anni, la serie cadetta. Il 4 giugno 1989, nella partita interna contro l'Udinese, al 10' del secondo tempo, Lombardo con una potente conclusione dal limite dell'area colpi un clamoroso palo, rimasto affisso nel tempo nelle menti dei tifosi cosentini. Alla fine la gara terminò in parità, 0-0, e sfumò l'opportunità per i Lupi di accedere nella massima serie. 

Ad Ascoli la squadra ha dimostrato di essere matura e compatta, con i giocatori nei ruoli cardine che hanno fatto tutti bene.