Attualità

Ha un respiro europeo il progetto Creep, finanziato da Eit Digital e guidato dall’unità di ricerca e-Health del centro Ict della Fondazione Bruno Kessler di Trento, in partnership con l’azienda italiana Expert System, l’eCrime Research Group dell’Università di Trento, il centro francese Inria e la startup tedesca NeuroNation. Obiettivo è quello di realizzare un software di analisi semantica che aiuti ad analizzare i profili social dei ragazzi e dare vita ad un virtual chatbot, che offra alle potenziali “vittime” di cyberbullismo consigli e suggerimenti su come comportarsi e chi poter contattare in casi effettivamente a rischio. E di Creep i ragazzi non sono solo i destinatari, ma sono anche coautori.

Quattro le questioni prioritarie individuate: la partecipazione degli sfollati interni alle decisioni che li riguardano, l’implementazione di leggi e politiche nazionali in materia di dislocamento interno, l’ampliamento del numero di Stati con capacità di accoglienza, la ricerca di dati e analisi dettagliate sulla condizione degli sfollati e sulle cause strutturali della fuga.

In Italia si muore meno per tumori e malattie croniche, ma solo dove la prevenzione funziona. Piccoli passi avanti anche sugli stili di vita, aumenta la pratica sportiva, ma crescono anche gli obesi e non diminuiscono i fumatori. In Italia si osservano livelli di cronicità  e non autosufficienza tra gli anziani superiori alla media europea, a farne le spese sono soprattutto le donne. Sono alcuni dei dati che emergono dal Rapporto Osservasalute 2017, presentato oggi a Roma, al Policlinico Gemelli.

Padre Khader: la decisione del governo palestinese, guidato dal premier Rami Hamdallah, sta provocando “scontento e preoccupazione non solo tra i fedeli cristiani e cattolici ma anche tra molti musulmani”.

L'Esecutivo comunitario sta predisponendo i lineamenti e le cifre del prossimo Quadro finanziario pluriennale 2020-2027 da presentare a maggio, che poi passerà per competenza a Consiglio e Parlamento europeo. L'assoluta rilevanza del budget, con una prospettiva di sette anni e che vale all'incirca 1.000 miliardi. Investimenti per sostenere l'economia e il lavoro, favorire ricerca e istruzione, costruire aeroporti e ferrovie, controllare le frontiere, intervenire a favore di famiglie, agricoltori, imprese e terzo settore.

Alla fine della prima tornata di colloqui il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, tira le somme e ancora una volta fa capire che sono i partiti a doversi decidere. Lui farà la sua parte fino in fondo, certo, con l'autorevolezza che tutti gli riconoscono e con il suo stile maieutico e non interventista. Ma se i partiti restano arroccati nei loro fortini da campagna elettorale permanente c'è poco da fare. Il primo passaggio è proprio prendere atto degli effettivi risultati del voto del 4 marzo.

A tre anni dall’inizio della guerra civile tra le truppe governative appoggiate dalla coalizione guidata dall’Arabia Saudita e i ribelli sciiti della tribù houthi, Maria Rita Ceccaroni, operatrice di Save the children, racconta al Sir cosa ha visto nello Yemen. Il conflitto è oggi una delle più gravi emergenze umanitarie del mondo, con 22 milioni di persone bisognose di aiuti. Nella totale indifferenza dei media mainstream e dell’opinione pubblica internazionale.

Presentato il Report 2017 di Meter. Un turpe fenomeno in costante crescita (oltre due milioni le foto e quasi un milione i video)  e un business gestito anche dalla criminalità che richiede risposte forti e coordinate. Sempre più potenti le lobby pedofile. Società civile, scuola, istituzioni, forze dell’ordine, aziende: per don Di Noto servono chiare denunce, impegni condivisi e interventi globali.

Un fatto passato quasi inosservato in Italia ma che potrebbe avere implicazioni positive per le ragazze nigeriane costrette a prostituirsi: alcuni giorni fa l'Oba ("re") Ewuare II, la massima autorità religiosa del popolo Edo, ha formulato un editto in cui vieta tutti i riti di giuramento che vincolano con maledizioni terribili le ragazze trafficate. Una testimonianza dalla Nigeria e il commento delle religiose anti-tratta.

Lo scrittore David Grossman è il vincitore del Premio Israele per la letteratura, riconoscimento conferito dal Paese alle personalità più influenti e rappresentative della società israeliana. “Voce critica su governo e occupazione militare, Grossman ha perso suo figlio, Uri, ventenne, durante la guerra contro il Libano, nel 2006. Due giorni prima - era il 10 agosto 2006 - aveva firmato con altri intellettuali, come Amos Oz e A.B. Yehoshua, un appello al suo governo per il cessate-il-fuoco.

La scuola, i negozi, la passeggiata al parco sono esperienze che non hanno vissuto ma che ritrovano nelle tante storie raccontate dai loro genitori. Un modo per ricordare ai loro figli e a se stessi che una vita normale è possibile. Nessuno sa dove è diretto l’uomo dalla valigia di pelle. Tutti sappiamo però che porta con sé la cosa più preziosa che gli è rimasta, la speranza. Quel bimbo è la speranza e il grande desiderio di pace per la Siria.

Viaggio in terra albanese, tra un passato di persecuzione e un presente di convivenza tra religioni e di solidarietà. Una Chiesa povera tra i poveri, popolata di uomini e donne che hanno deciso di spendere la loro vita per i bambini, i poveri, gli ultimi. Dal 2014, l'Albania è ufficialmente candidata per l'adesione all'Unione europea. È oggi un esempio di fraternità e un monito sempre attuale affinché l'Europa non dimentichi mai fino a dove può giungere il male dell’estremismo.

Almeno sulla carta, ci sono norme mirate che dovrebbero consentire a questi cittadini di non essere tagliati fuori da un momento cruciale della vita democratica. La loro applicazione varia molto da Comune a Comune e come sempre ci sono situazioni virtuose e altre decisamente insoddisfacenti

L'obiettivo è quello di rendere più forte e trasparente il biologico italiano compiendo un ulteriore salto di qualità sul fronte dei controlli, per garantire maggiore sicurezza ai consumatori e tutelare i produttori onesti in un comparto cruciale del nostro agroalimentare.

Nel 2016 la raccolta differenziata dei rifiuti ha coinvolto il 97,7% dei Comuni italiani ma l’obiettivo è arrivare alla totalità, soprattutto sviluppando progetti per il Sud. Un ambiente più salutare e città pulite e sostenibili richiedono una gestione integrata e competente dell’intero ciclo di raccolta, recupero, riciclo e smaltimento. Strategico il "porta a porta".

Oltre 3mila studenti hanno visto morire 17 dei loro compagni e ne hanno raccolto altri 15 feriti. Tutti sono caduti, sotto i colpi impietosi di un A15, il fucile semiautomatico, venduto a meno di 500 dollari e già utilizzato nel massacro di Las Vegas dello scorso anno e in quello della chiesa di Sutherland Springs, in Texas. L’arcivescovo di Miami, Thomas Wenski, non nasconde la “sua grande tristezza di fronte alla tragica sparatoria”, ma al contempo sollecita tutti alla “preghiera di fronte ad una tragedia insensata per i defunti, i feriti, le famiglia, i propri cari, i primi soccorritori…”.

Dallo splendore delle cattedrali a quello dei santuari, dal patrimonio delle confraternite alle ricche tradizioni popolari della Basilicata. Il progetto elaborato dall’arcidiocesi di Matera-Irsina mira alla costituzione del Parco “Terre di luce” per offrire un turismo “religioso” che sia reale esperienza culturale e spirituale. In programma anche 78 eventi in 15 Comuni delle 6 diocesi lucane.

Il testo diventerà esecutivo in tutti i Paesi dell’Ue dal 25 maggio. I sindaci, da quella data, dovranno essere in grado di assicurarne e dimostrarne l’applicazione. Per quanto riguarda gli strumenti, scatterà l’istituzione del registro delle attività di trattamento. Nuove attività formative saranno disposte per il personale dei Comuni, mentre cambieranno i processi individuare i rischi collegati al trattamento dei dati.

Mai come in questo periodo il terreno di incontro della responsabilità sociale, dell’economia circolare, della produzione che accresce e non sottrae risorse e futuro, appare una prospettiva percorribile per i risparmiatori e per investitori attenti. Parla ai volontari e a lavoratori motivati. Intercetta un sogno realizzabile: disegnare un’economia solidaristica che, nelle sue matrici diverse, ha una sua storia forte da raccontare e un presente che non ha paura di farsi leggere e misurare.

L’Assemblea Costituente aveva principiato i suoi lavori nel giugno del 1946. Attenzione alla data. Era passato appena un anno, o pochi giorni di più, dalla primavera del 1945 che aveva segnato la fine della guerra con la sconfitta delle ideologie razziste e totalitarie di Hitler e di Mussolini. Gli ultimi prigionieri di Auschwitz, quei pochi scampati allo sterminio, erano stati liberati il 27 gennaio 1945 – quella data che oggi celebriamo come giorno della memoria. In nome della purezza della razza milioni di esseri umani erano stati orribilmente uccisi, e tantissimi altri avevano sofferto angherie, stenti, prigionia, esilio.

Per il Giorno della memoria, il Sir pubblica i risultati di una ricerca dell'Osservatorio antisemitismo del Centro di documentazione ebraica contemporanea (Cdec) di Milano sui fenomeni antisemiti registrati in Italia nel corso del 2017: 109 nuovi episodi che riguardano web, grafica, diffamazione e offese, atti di vandalismo. Un dato emerge chiaro: il conflitto Israele-Palestina contribuisce ad alimentare antipatie verso gli ebrei.