Chiese di Calabria

Si è conclusa la seconda sessione invernale della Conferenza Episcopale Calabra. Tra le principali tematiche affrontate  dai vescovi calabresi il caso della Fondazione Natuzza, il corso sulla 'ndrangheta, il Progetto Policoro, la vita accademica, i tribunali ecclesiastici. 

La visita del Presidente di Caritas Internationalis, per una "buona novella" grazie alla sinergia tra Rete Ferroviaria Italiana S.p.A., la Caritas nazionale, diocesana e l’Associazione Onlus Tenda. Un evento che si colloca sulla scia dell'impegno di carità della Chiesa rossanese.

Il direttore dell'Ufficio regionale don Sicari: "una Chiesa che vive l’uscita missionaria e trasmette la gioia di vivere il vangelo sia una chiesa a cui stanno a cuore e quindi coinvolge, educa e accompagna i giovani nel loro cammino, aiutandoli a trovare la strada che conduce a Cristo e a riconoscere e accogliere la chiamata all’amore e alla vita in pienezza".

Gli animatori della legalità e i volontari del progetto Costruire Speranza 2. L’agire pastorale delle Chiese di Calabria: buone pratiche di giustizia e legalità si ritroveranno a Cetraro, nella Colonia San Benedetto, il 12 e 13 gennaio per dare inizio al primo degli incontri formativi per l’anno 2018.

Una carcassa di un capretto, posto all'interno di una busta della spazzatura, è stata legata allo specchietto retrovisore esterno dell'auto del referente regionale di Libera

Monsignor Savino ha presentato a Mendicino il volume "Spiritualità e politica". L'esempio di La Pira, Moro e Dossetti.

Una nota della diocesi di Lamezia Terme dopo l’incendio che ieri ha interessato alcuni container, andati distrutti, nel terreno dove insiste il cantiere per la costruzione della concattedrale intitolata a San Benedetto da Norcia.

Don Giorgio Costantino, il parroco di Reggio Calabria, aggredito nella notte tra il 24 e il 25 maggio, è tornato nei giorni scorsi in parrocchia. A poco a poco sta iniziando a ristabilire le sue relazioni personali e parrocchiali. Verso gli aggressori, racconta, “mi sono comportato da prete e da cristiano e ho perdonato tutti”. Con un invito, però, alla conversione, “altrimenti non andiamo avanti, anche come Chiesa: predichiamo solo metà Vangelo, non predichiamo veramente la conversione”.