Primo Piano
stampa

Artisti di strada per dare valore ai talenti Cosenza una città sempre più europea

La musica è arte come lo è un quadro, dicono gli artisti che suonano per le strade della città. Italiani e non, allietano le giornate delle migliaia di cittadini che, ogni giorno, percorrono la centralissima Corso Mazzini. Li abbiamo raggiunti

Parole chiave: artisti di strada (1), cosenza (320)
Artisti di strada per dare valore ai talenti Cosenza  una città sempre più europea

Gli artisti di strada sono i compagni delle passeggiate dei cosentini. Ce ne sono veramente tanti, a corso Mazzini, ogni giorno. Talenti italiani e stranieri che hanno scelto di donare la propria arte a cielo aperto. Ce n’è per tutti i gusti, nel salotto buono della Città di Telesio. 

Un sapore antico e allo stesso tempo moderno che proietta la città dei Bruzi in una dimensione ancora più grande: quella europea.
Prassi è, infatti, nelle maggiori città del Vecchio Continente, rinvenire nelle piazze e agli angoli delle strade giovani e meno giovani talentuosi
Andrè, meglio conosciuto come “Deco” – lo stesso nome di un famoso ex-calciatore – è brasiliano. È al centro della piazza, con la sua chitarra, quando lo fermiamo. Ha appena finito di far echeggiare la canzone cult dell’italiano all’estero: “Lasciatemi cantare” e ora ci racconta la sua storia. “Mia moglie è italiana, però è nata in Brasile, perché la sua famiglia, dal Veneto, è emigrata. Lì ci siamo conosciuti, amati e sposati e ora abbiamo due bambini. La nostra intenzione era di abitare a Cosenza, ma qui il costo della vita per noi è alto, così viviamo a Lamezia. Ogni sabato mattina, però, vengo a Cosenza a suonare”. Trentasei anni, Andrè suona la chitarra da quando ne aveva quattordici. “Mi piacciono Pino Daniele e i Nomadi. Conosco quattro o cinque brani italiani che faccio ascoltare a chi ha la pazienza di farlo”. Mentre qualcuno passa e gli dona un obolo, lui spiega la ragione di un impegno. “Propongo l’arte che mi piace. La persona che ascolta sente questa vibrazione e la musica è arte come lo è un quadro. Io sto dando il mio massimo e quando la gente ascolta la musica che gradisce, mi gratifica”. Due giorni dopo, all’inizio dell’isola pedonale, a richiamare la nostra attenzione sono due artisti. Uno, Tonino, è chinato sulla sua pianola, così concentrato che sembra difficile fermarlo. Infatti, preferiamo soffermarci un paio di minuti ad ascoltarlo. Dall’altro lato, invece, c’è Djbril. Sorride e sembra scrutare con particolare attenzione chiunque passi da quelle parti. Chi passa da lì non può che rimanere colpito dal suono melodioso dello strano strumento che maneggia. “Si chiama Chora ed è tipico dell’Ovest dell’Africa: del Senegal, del Mali, del Burkina-Faso e della Costa d’Avorio” – ci dice. Del Senegal, parla francese e italiano. Girovago d’Europa, è in Italia da dieci anni. “Ora finalmente a Cosenza” – esclama -. “È uno strumento molto antico che ho imparato a scuola nei tre anni di conservatorio e ha un suono che, di solito, piace molto”. Mentre chiacchieriamo, non ferma mai le sue dita che pizzicano le corda. “Vi sto suonando la musica di una canzone che dice che guerra non va bene, non va mai bene”. C’è un nugolo di gente ad assistere all’esibizione dei Carella Curcio Duo, il gruppo di Ugo Carella e Danilo Curcio. Il loro progetto musicale si chiama “Anywhere Acoustic”, due chitarre acustiche “per portare la musica in ogni luogo, nei posti più impensabili”. Trentuno e ventisette anni, “riarrangiamo in chiave strumentale – ci dicono – diversi brani di artisti italiani e internazionali, di diversi stili, periodi e contesti storici, per coinvolgere un pubblico di appassionati e non”. Un percorso musicale a due, iniziato proprio “in strada, tra la gente”, come ci dicono, spesso “tra l’indifferenza totale e l’attenzione più vera che il pubblico può regalarti”. Perché in strada? “Perché la strada è magica, è un luogo in cui agli artisti può capitare di tutto, dove si conoscono persone fantastiche e si entra a contatto con l’umanità”.

Artisti di strada per dare valore ai talenti Cosenza una città sempre più europea
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento