Editoriali
stampa

Una città che ha bisogno di proteggersi da noi stessi

Statue coperte a Cosenza per proteggerle da eventuali “attacchi” di maldestri festaioli o da idioti vandali

Parole chiave: carnevale cosenza (1), mab (1), cosenza (299)
Una città che ha bisogno  di proteggersi da noi stessi

Per la nostra città questo carnevale 2018 è stata la consueta “passerella” di maschere e mascherine che con gioia e simpatia hanno colorato tutto il centro. Corso Mazzini è stato infatti preso d’assalto da intrepidi spiderman, spavaldi batman e bellissime principesse che con coriandoli e stelle filanti hanno riempito di colore tutto il corso. Ma passeggiando domenica pomeriggio nessuno ha potuto fare a meno di notare come le statue che fanno della nostra città uno dei musei a cielo aperto (MAB) più belli del sud Italia fossero state coperte con evidentissimi teli di plastica. Così più che travestirsi per il carnevale Ettore e Andromaca, La Bagnante, San Giorgio e il Drago e tutti le altre meravigliose opere che impreziosiscono il nostro corso, si sono dovute bardare per proteggersi da eventuali “attacchi” di maldestri festaioli o da idioti vandali. Infatti le bellissime opere hanno vissuto questo carnevale al contrario e, invece di mostrarsi nella loro bellezza, hanno dovuto correre preventivamente ai ripari. A me la cosa ha fatto soffrire e provocato un senso di tristezza. Così, lungi dal voler criticare la scelta di chi, penso all’amministrazione, ha voluto preservare prudentemente le nostre opere d’arte già preda di atti vandalici, mi è venuto subito da pensare quanta strada abbiamo ancora da fare. Dobbiamo abituarci ad essere circondati dalla bellezza e a saperla curare, rispettare e valorizzare… perché se è vero che l’amore per la cultura non ha mai arricchito nessuno (come scriveva Petronio nel Satyricon), di sicuro ci renderà migliori.

Una città che ha bisogno di proteggersi da noi stessi
  • Attualmente 5 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 5/5 (1 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento