Chiesa

La presentazione alla Radio Vaticana giovedì prossimo. Un prezioso servizio dell'Ufficio comunicazioni sociali della Cei: "con 26 milioni di credito erogato a 4.500 nuclei familiari, il Prestito della speranza rappresenta la più importante esperienza italiana di microcredito con risorse private a sostegno delle famiglie più deboli".

Il cardinale Sean Patrick O’Malley, arcivescovo di Boston e presidente della Pontificia Commissione per la tutela dei minori istituita da Papa Francesco nel marzo 2014, è intervenuto alla Gregoriana alla presentazione del "Centre for Child Protection", trasferito da Monaco a Roma. Si scommette sull’educazione e sulla formazione di seminaristi e sacerdoti. La collaborazione con le Chiese locali

Cristiani perseguitati. Il Papa questa mattina ha ricevuto John P. Chalmers, moderatore della Chiesa riformata di Scozia, ha espresso - parlando a braccio in spagnolo - il suo dolore per la morte degli oltre 20 cristiani copti egiziani uccisi dai jihadisti del cosiddetto Stato islamico. "I martiri sono di tutti i cristiani".

Intensa l'omelia di papa Francesco nella Messa celebrata con i cardinali in Basilica il giorno dopo la creazione. Il commento al brano evangelico del lebbroso purificato e l'esortazione a non avere paura della tenerezza. L'invito ad abbracciare la "logica di Gesù".

Una traccia indelebile quella lasciata da Francesco fra gli ospiti stranieri del "Campo Arcobaleno". Nella parrocchia di Santa Maria del Soccorso, guidata da don Mario Maggioni, a soli 200 metri dalle baracche, si respira l'aria delle villas miserias che Bergoglio ha lasciato a Buenos Aires. Ma qui si tocca con mano la Chiesa in uscita e che non fa rumore.

Don Michele Falabretti, responsabile del Servizio nazionale per la pastorale giovanile della Cei: "Siamo chiamati a una pastorale di 'uscita'. La cura degli altri ci chiede di considerare il giovane nella sua totalità. Non possiamo salutarlo nel giorno della Cresima e dargli appuntamento alla Gmg". In passato "ci siamo fidati un po' troppo dei grandi eventi". Invece "dobbiamo guardare alle persone e prendercene cura camminando con loro. Poi verranno gli eventi"

Il segretario del Consiglio di cardinali, Marcello Semeraro: "Si tratta di un 'ri-pensamento' in vista di uno snellimento e di una semplificazione della Curia romana" e di "una maggiore rilevanza, anche esterna". In ogni caso, "penso che con Papa Francesco le 'dietrologie' siano proprio fuor di luogo". Semplificazione auspicata anche a livello nazionale, diocesano e perfino parrocchiale