Attualità

Il Gruppo di lavoro sull'etica nella ricerca e nella cura della salute della Commissione degli episcopati della comunità europea non ha dubbi: "Costituisce una pratica che attenta gravemente alla dignità umana". Le vittime non sono solo le madri surrogate ma anche i neonati, considerati come "prodotti". La necessità di regole a livello europeo e internazionale

Lo sguardo dei cattolici. “Il bene comune non consiste nella semplice somma dei beni particolari di ciascun soggetto del corpo sociale. Essendo di tutti e di ciascuno è e rimane comune, perché indivisibile e perché soltanto insieme è possibile raggiungerlo, accrescerlo e custodirlo, anche in vista del futuro”.

Nell’intervista rilasciata dal figlio Giovanni al settimanale cattolico "Il Ticino" di Pavia, la memoria di quegli anni in Azione Cattolica che, "da forza politico-religiosa che aveva contribuito a sostenere la Democrazia cristiana nel dopoguerra, si ritirava dalla politica diretta e collaborava con la Chiesa per la concreta attuazione del Concilio". In quel clima si è formato il presidente della Repubblica.

Forse dobbiamo crescere tutti e capire che la giustizia per essere vera deve essere certa, veloce e non sommaria. Solo così la Legge potrà aspirare ad essere davvero uguale per tutti.

Verso Firenze 2015. Monsignor Mariano Crociata, vescovo di Latina-Terracina-Sezze-Priverno: "Siamo arrivati a un punto in cui in questione è l’umano. La scelta del tema dell’educazione nasce sostanzialmente dalla percezione di un mutamento di fondo e, quindi, non risponde a un’esigenza settoriale di assolvere meglio un compito che comunque è importante nella vita dell’uomo, della società, della Chiesa"

Le strategie europee ("Lisbona 2020") che dovevano portare a una diminuzione di 20 milioni di poveri hanno fallito, perché l'impatto della crisi, le politiche di austerity e i tagli al sociale imposti dai governi hanno aumentato la povertà e le disuguaglianze sociali. La rete Caritas - che in Italia ha dovuto raddoppiare le iniziative anticrisi - chiede quindi all'Europa di accelerare.

La  calabrese  Regina Catambrone insieme al marito  ha acquistato un'imbarcazione  per soccorrere i  disperati  nel Mediterraneo. Grazie alla sua ONG, la prima  al mondo che si occupa di soccorso in mare per i migranti in difficoltà, ha salvato circa 3000 vite umane.

 

In principio furono Facebook e Apple ad offrire l’omaggio alle proprie dipendenti in carriera. Oggi pure qualche mamma "previdente" propone il congelamento alle proprie figlie, così che possano disporne anche oltre il limite temporale previsto dalla natura. Una concessione alle regole ferree del mercato insieme con una certa spregiudicatezza esistenziale. Addirittura si utilizza il termine "investire sulle donne" a proposito del congelamento. Ma che tipo di pari opportunità è?

L’Isis non è ancora in grado di occuparsi dell’Italia, ma è certamente un nemico dell’Occidente. Prima di lanciarsi in un intervento armato, è indispensabile pensare bene a cosa dovrebbe servire, come realizzarlo e insieme a quali altri Stati. Ad esempio, sarebbe importante il sostegno degli Stati arabi. Si tratterebbe di guerra vera e dell’instaurazione di un nuovo ordine politico-istituzionale.

Necessaria una nuova legislazione che detti regole e principi validi per tutti, soprattutto per le minoranze, ed elaborati nella cornice della Costituzione. Al convegno promosso dalla Federazione delle Chiese evangeliche è intervenuto il segretario generale della Cei, Nunzio Galantino: "Non limitarsi alla dimensione della mera tolleranza e procedere a un pieno riconoscimento della libertà religiosa"

All'età di 89 anni, dopo alcuni mesi di malattia, è morto il patron della Ferrero. Un marchio storico costruito da un imprenditore-benefattore. È difficile capire il valore di quest'uomo slegandolo dalla sua grande fede. E dalla sua spiritualità d'impronta mariana. In ogni stabilimento, come ad Alba, doveva esserci una Madonnina. "È a lei - disse un giorno ai dipendenti - che dobbiamo il nostro successo".

Il demografo Alessandro Rosina commenta i dati diffusi ieri dall'Istat: 509mila nascite in Italia nel 2014, 5mila in meno rispetto al 2013. La denatalità, afferma l'esperto, indica "prima di tutto un problema di politiche inadeguate. Ma è anche vero che si tende a posticipare la natalità, con una 'tattica del rinvio' adottata troppo facilmente e che, alla fine, rischia di complicare la possibilità di realizzare i propri obiettivi di vita". Cala la fecondità anche tra le donne straniere

I media continentali tendono a restringere la questione mediterranea a un affare italiano. Giancarlo Perego, direttore Migrantes: "La tragedia è figlia dell'abbandono di Mare Nostrum, un'operazione che doveva essere condivisa a livello europeo e consentire un canale umanitario per accogliere persone alla ricerca di protezione internazionale". La preghiera di Papa Francesco e la solidarietà invocata

Inutile farsi domande scomode, perciò avanti con il politicamente corretto: perché non consentire anche in Italia un compenso in denaro alle donne disposte a farsi prelevare gli ovuli? Che sarà mai un’operazione? E i bombardamenti ormonali? L’insofferenza di certa stampa per gli interrogativi che lambiscono la dimensione etica.

Tra i super ospiti della kermesse musicale Carlo Conti ha scelto la famiglia di Catanzaro con 16 figli per raccontare sul palco dell'Ariston la loro testimonianza di fede. Racconteranno all'Italia come fanno ad arrivare a fine mese e di come la Provvidenza abbia guidato il loro cammino.

In difesa dell'embrione.   Istituita una Federazione europea dei movimenti per la vita. Gli aderenti sono 29 e il nome scelto è "Uno di Noi per la vita e la dignità dell'uomo". Si punta a consegnare una petizione (possibilmente entro dicembre 2015) che abbia la più grande visibilità, sottoscritta da figure tra le più autorevoli del mondo medico, dei giuristi e dei politici europei, senza trascurare le firme popolari

Garantire la Costituzione significa  ripudiare la guerra e promuovere la pace; significa garantire i diritti dei malati, giustizia in tempi brevi. Il riferimento del nuovo Capo dello Stato ai "principi e valori" della Carta Costituzionale.  

Si apre oggi una delicata fase politica. Ecco le norme costituzionali che porteranno all'elezione del nuovo Capo dello Stato. A votare saranno le Camere riunite in seduta comune più 58 delegati regionali, 3 provenienti dalla Calabria.

La pellicola di Scott ha registrato poca affluenza nel Cosentino nel primo giorno di proiezione. Un film tanto discusso, bloccato in alcuni Paesi, ricco di riferimenti religiosi. Il film, dal punto di vista pastorale, è da valutare come consigliabile e nell'insieme semplice. 

La Santa Sede ha espresso la propria "esecrazione". Una delegazione di imam francesi ha incontrato il Papa. Ad accompagnarli monsignor Michel Dubost, vescovo d'Evry-Corbeil-Essonnes: "Stiamo vivendo un momento difficile, ma è proprio questo il tempo di incontrarci". La condanna del Consiglio francese del culto musulmano: "Deliri di gruppi terroristici che sfruttano ingiustamente l'lslam"